FILE SHARING

Il file sharing (o P2P) il sistema di condivisione di file per il quale si utilizzano programmi (client) basati sul protocollo BitTorrent, "successore" del famoso eMule. Cosa significa condividere file? Significa che si "apre" una parte del proprio computer a qualsiasi altro utente voglia scaricare il file che noi abbiamo deciso di condividere: in un certo senso, rendiamo pubblica una porzione del disco rigido del nostro computer. Ovviamente anche noi possiamo scaricare file dagli altri computer connessi in rete, utilizzando sempre il protocollo BitTorrent. Questo sistema viente utilizzato soprattutto per condividere file di grandi dimensioni, come film o software: il file viene "spezzettato" in rete e poi ricostruito al momento del download. Il file che noi scarichiamo nel nostro pc viene immediatamente reso disponibile per eventuali altri download da parte di altri utenti della rete, quindi con una mano prendiamo e con l'altra diamo.
Quali sono i problemi legati all'utilizzo dei programmi di file sharing? Prima di tutto legali: non si possono scaricare file coperti dal diritto d'autore. A questo proposito, bisogna sapere che tutto il traffico che facciamo in rete, comprese tutte le pagine che visitiamo, i file che scarichiamo e le mail che ci scambiamo, vengono registrati dai fornitori di servizi internet, che devono mantenerli nelle banche dati per legge, per un certo tempo.
Un altro problema legato alla cattiva configurazione del programma di file sharing: noi dobbiamo dire al programma quale cartella condivisa, cio accessibile per lo scambio di file: alcuni commettono l'errore di condividere l'intero disco rigido, errore gravissimo, visto che in questo modo "apriamo" il nostro computer alla rete; in questo modo, rendiamo disponibili anche file personali come foto o documenti. Quindi, consigliabile lasciare impostata la cartella proposta dal programma, inserendovi i file che vogliamo mettere a disposizione degli utenti del file sharing.



NOI Tolentino - Oratorio Don Bosco - www.noitolentino.it